Come scegliere un bravo psicologo che ti aiuti

255

Ricorrere all’aiuto professionale è un ottimo modo per superare le diverse sfide psicologiche che affrontiamo nella vita. Ma,Come scegliere lo psicologo giusto per aiutarti a risolvere i problemi che ti riguardano? È una scelta molto personale, ma ci sono suggerimenti importanti che devi considerare prima di scegliere di lavorare con un professionista o un altro.

Che tipo di professionista scegliere?

Quando si tratta di terapie legate alla mente, c’è un’ampia varietà di attori sul mercato. Per una persona che non ha familiarità con la psicologia, potrebbe essere difficile capire le differenze tra quelle proposte.

¿Psicologo o psichiatra?

Devi sapere che, in Spagna, esistono solo due tipi di professionisti della salute mentale con qualifiche scientificamente valide: lo psicologo e lo psichiatra.

  • Il psichiatra è un medico, specializzato nelle malattie mentali e nel loro trattamento farmacologico.
  • Il psicologo non deve essere specializzato in salute mentale, anche se coloro che hanno studiato la specialità della psicologia clinica lo sono. In tal caso, per risolvere i disturbi mentali ed emotivi, utilizzare principalmente tecniche di modifica del comportamento e tecniche cognitive. Non può prescrivere farmaci.

Differenziare scienza e pseudoscienza

In un articolo di qualche mese fa, gli psicologi mettevano in guardia dalla numerosa offerta di terapie alternative che si travestono da psicologia. Discipline come psicoanalisi, terapia della Gestalt, coaching, bioneuroemozione, programmazione neurolinguistica o costellazioni familiari non appartengono alla psicologia. Sono pseudoscienze, che sfruttano l’ignoranza delle persone per presentarsi come valide, quando non hanno prove scientifiche a sostegno.

Molte di queste terapie alternative sono offerte da persone senza laurea in psicologia o medicina, ma non sempre. Coinvolti anche psicologi e psichiatri. Cioè professionisti con un titolo ufficiale e valido dal punto di vista scientifico che praticano una terapia pseudoscientifica. Non è una novità, succede già con i medici omeopatici.

Scegliere uno psicologo abilitato e autorizzato charter

Lascio da parte in questo articolo la scelta di uno psichiatra, poiché lo scopo è trovare un professionista che lavori con tecniche comportamentali e cognitive, non con la farmacologia. Pertanto, parlerò solo della figura dello psicologo.

Per scegliere un buon psicologo, un ottimo filtro è assicurarsi che sia davvero un professionista laureato in psicologia. E come verificarlo? È molto facile, devi solo controlla di essere registrato. Devi solo andare alla pagina del Consiglio Generale di Psicologia, per poter consultare in qualsiasi CCAA se un professionista è registrato.

Controlla se usa terapie alternative

Termini come Gestalt, psicoanalisi, PNL, costellazioni familiari e altre terapie alternative di cui ho parlato prima dovrebbero destare i tuoi sospetti. Ognuno è libero di seguire la terapia che desidera, ma sappi che molti non sono affatto scientifici, quindi probabilmente non ti saranno utili.

No, andare dallo psicologo non è solo per persone con gravi problemi mentali

Ci sono molte ragioni per consultare uno psicologo. Infatti, tutti abbiamo qualche aspetto della nostra vita che vorremmo poter cambiare e non sappiamo davvero come risolverlo. Ciò significa che, in teoria, potremmo tutti beneficiare di un aiuto professionale.

Lo commento, perché a volte sembra che le persone credano che lo psicologo sia solo per aiutare le persone con traumi molto profondi e gravi problemi mentali. Ci sono molti pregiudizi al riguardo, e questo impedisce alle persone di sfruttare appieno le conoscenze dello psicologo.

Situazioni in cui andare dallo psicologo può aiutarti a crescere

  • Aumenta la tua autostima e accettati meglio.
  • Migliora il tuo rapporto con il tuo partner.
  • Trova quello che vorresti fare nella vita.
  • Supera i fardelli emotivi del passato.
  • Impara ad esprimere al meglio le tue emozioni.
  • Migliora la tua carriera professionale.
  • Ottieni la disciplina per raggiungere un obiettivo.
  • Gestisci meglio il tuo ruolo di genitore.
  • Migliora la tua sessualità.

  • Ti senti male ogni giorno.
  • C’è un trauma nel tuo passato a cui pensi ogni giorno.
  • Hai manifestazioni fisiche che i medici non spiegano (mal di testa, mal di stomaco e altri).
  • Le persone che ti amano sono preoccupate per te.
  • Hai una dipendenza da una sostanza che crea dipendenza.
  • Le tue relazioni personali non funzionano.
  • Non ti piace più quello che prima ti piaceva.
  • Niente di ciò che hai provato sembra funzionare per farti sentire meglio

Definisci il tuo obiettivo prima di iniziare a cercare un terapeuta

Se hai intenzione di chiedere aiuto, la cosa logica è che puoi spiegare al tuo psicologo qual è il tuo obiettivo. Ci sono situazioni in cui non hai bisogno di pensare molto, perché semplicemente ti senti male e non sai come porvi rimedio. Ma, se è un obiettivo più specifico, come superare una sfida personale o professionale, è bene che tu lo abbia chiaro, perché gli psicologi tendono a specializzarsi.

Per considerare di ridisegnare la tua carriera professionale, è meglio che tu vada da uno psicologo specializzato in risorse umane. Se il tuo obiettivo è quello di prepararti per una maratona, sicuramente troverai un esperto nella preparazione degli atleti, e così via per tante esigenze specifiche.

Detto questo, per la maggior parte degli argomenti relativi al miglioramento personale e alla gestione delle emozioni, probabilmente non avrai bisogno di cercare un professionista così specializzato.

Elenchi e Internet

Al giorno d’oggi, semplicemente digitando la tua ricerca su Google otterrai molti professionisti nella tua zona. Puoi anche cercare in elenchi medici e pagine specializzate. Certo, scegliere uno psicologo totalmente sconosciuto significa rischiare che non si adatti alle tue esigenze. Tieni presente che come in tutte le professioni, ci sono persone buone e regolari. Gli psicologi sono umani, con i loro punti di forza e di debolezza. Allora prova leggi le opinioni da altri pazienti, che saranno più affidabili se ce ne sono molti, e così potrai avere un’idea più precisa.

Amici e famiglia

Un altro modo per scegliere uno psicologo è raccomandazione di familiari e amici. Può essere una buona soluzione per trovare qualcuno di cui ti fidi, con una sfumatura importante. In alcuni casi, potrebbe esserci un conflitto per il terapeuta, se finisce per seguire autonomamente due persone che sono imparentate. Ma, normalmente, se questo è il caso, il codice etico dello psicologo lo porterà a raccomandare uno dei suoi colleghi.

GP

È probabilmente l’opzione migliore per scegliere uno psicologo. Se il tuo medico di famiglia ti conosce bene, è molto probabile che possa consigliarti uno psicologo. I dottori sono abituati a collaborare con le altre professioni sanitarie, e avere informazioni di prima mano da professionisti apprezzati dai loro pazienti.

Scegliere uno psicologo donna o uomo?

Veramente, non importa troppo che il terapeuta sia una donna o un uomo. Quello che conta è che sia un bravo psicologo. In Spagna, comunque, è una professione molto femminilizzata. Secondo i dati dell’INE, nel 2019 c’erano l’81% di donne tra gli psicologi iscritti nel nostro Paese.

L’unico motivo valido per scegliere uno psicologo di un genere o di un altro è la questione del comfort per il paziente. Alcune persone si sentono più sicure nel parlare di determinati problemi con qualcuno dello stesso sesso o del sesso opposto, a seconda della situazione.

Sentirsi a proprio agio fin dal primo momento è importante, in una relazione con un professionista in cui si discutono questioni a volte molto intime.

Inizia la terapia

Il primo contatto

Prima di andare a una prima sessione con il terapeuta, si consiglia vivamente di avere un contatto personale con lo psicologo. Ciò ti consentirà di esprimere ciò che desideri migliorare, ma anche di porre alcune domande importanti.

Non aver paura di chiedere sulla loro metodologia, sulla loro formazione professionale, sulla loro appartenenza e su questo tipo di informazioni. Sono indagini del tutto normali.

Inoltre, sarà molto utile informarsi sulla frequenza e la durata delle sessioni, le prezzo di consultazione o la durata stimata del trattamento (sebbene questo punto sia difficile da determinare in anticipo). Tutto ciò in modo che tu possa vedere se si adatta al tuo programma, ai tuoi obblighi e alle tue possibilità finanziarie.

La prima sessione

Cerca di mantenere un mente aperta nella prima seduta, soprattutto se è la prima volta che si va dal consulto di uno psicologo. Potresti provare qualche disagio, ma dovrai analizzare se deriva dalla metodologia o dalla personalità del terapeuta, o se semplicemente hai resistenza a lavorare su questi problemi.

Se dopo un’analisi il più obiettiva possibile, pensi che questo particolare professionista non sia quello giusto per te, non esitare a cambiare. Ma questa non è una scusa per non fare su te stesso il lavoro che ti avevi proposto.

Come ho detto prima, ci sono tutti i tipi di psicologi: buoni, normali e cattivi. E anche la personalità di ognuno influisce molto. Un professionista che ama una persona potrebbe non amarne un’altra.

Il tuo obiettivo è trovare uno psicologo che ti stia davvero aiutando a progredire. Non ti darà il pesce, ti insegnerà a pescare. Quindi non aspettarti soluzioni miracolose, ma piuttosto strumenti per lavorare sui tuoi affari incompiuti.

Scegli uno psicologo sanitario privato o pubblico?

In Spagna, purtroppo, la sanità pubblica ha pochissimi psicologi se la confrontiamo con la domanda di consulti di salute mentale. Il risultato è che di solito è difficile ottenere un appuntamento, a meno che non sia stato richiesto dal proprio medico di famiglia. Cosa c’è di più, la frequenza delle sessioni è bassa, che non consente grandi progressi.

L’alternativa è solitamente quella di rivolgersi al consulto privato dello psicologo. In alcune compagnie di assicurazione sanitaria coprono la psicologia, anche se dovrai esaminare le condizioni in dettaglio, perché di solito sono restrittive. La cosa più comune, quindi, è dover paghi per ogni consulenza. Può rappresentare una cifra significativa, ma è anche un investimento per migliorare la qualità della tua vita.

Online o fisico?

Le consultazioni di psicologia di solito si sviluppano attorno a una conversazione, quindi si adattano molto bene a un formato online, ad esempio, tramite videochiamata. Ma è importante assicurarsi di avere la tranquillità e la privacy necessarie per la consultazione. Se non ce l’hai a casa, puoi trovare un altro posto dove parlare con il terapeuta o scegliere di incontrarti di persona.

Con questi consigli, hai molti indizi per avere successo nella tua scelta di un buon psicologo. La verità è che è un professionista che ha molto da darti, quindi non esitare a provare.