come rimuoverlo passo dopo passo senza rovinare le unghie

142

sei aggiornato?le tendenze della manicure che spazzeranno questa stagione? Che tu abbia le unghie corte –qui troverai dei modelli perfetti–, o lunghe –dai un’occhiata a questa ideale ispirazione tie-dye–, sarai d’accordo con noi sul fatto che sono capaci di diventare le protagoniste dei nostri look. Uno di migliori opzioni al giorno d’oggi (per praticità e comodità) lo è manicure permanente: una volta asciugato, non devi preoccuparti di nient’altro fino alla tua prossima visita al salone di bellezza. Tuttavia, Cosa succede se, per qualsiasi motivo, devi prenderlo da te stesso?

Non preoccuparti, puoi farlo a casa se ti dedichi almeno mezz’ora e tanta pazienza. Infatti, è preferibile che tu lo faccia prima di commettere l’errore di morderti, strapparlo e rovinare le unghie.

Articolo correlato

9 idee per manicure che stanno meglio se hai le unghie corte

Di cosa hai bisogno per rimuovere lo smalto permanente a casa?

Con l’aiuto dell’a file rigido, acetone puro (è più potente del solvente per unghie), vaselina, cotone, un idratante speciale per unghie e Foglio, puoi rimuovere la tua manicure permanente seguendo il nostro passo dopo passo.

Prima di iniziare, tieni presente che lo è un processo delicato e che il nostro obiettivo non è quello di danneggiare le unghie che, dopo tanto tempo aderite allo smalto, possono risultare più deboli e fragili del normale, quindi bisogna stare molto attenti. Prendi nota!

Passo dopo passo per rimuovere lo smalto semipermanente

1. Trova il posto

Ok, mettiti comodo perché ci vorrà molto tempo. È importante trovare un posto con ventilazione. La ragione? L’acetone è molto forte, ed è consigliabile non inalare troppo perché può influire sulla nostra salute. Metti anche alcuni pezzi di carta da cucina come base del luogo in cui rimuoverai lo smalto.

2. Rendi lo smalto poroso

Lo smalto permanente e l’unghia sono uniti da uno strato molto compatto e resistente, molto difficile da separare. Per rimuoverlo, dobbiamo rendere la porosità dello smalto, cioè ammorbidiscilo in modo che, quando applichi l’acetone in seguito, l’efficienza è maggiore.

Quindi, con molta attenzione, Prendi la tua lima e passala su tutta la superficie della manicure fino a quando la parte lucida e un po’ di colore non sono sparite, ma non toccare la tua vera unghia.

3. Prepara le unghie

Ora è il momento di proteggere le unghie prima di eseguire il passaggio successivo. Applicare uno strato di vaselina attorno a ciascuno in modo che l’acetone, che utilizzeremo successivamente, non venga a contatto con la pelle e danneggi le cuticole.

4. Applicare acetone

Ok, per svolgere questo processo in modo sicuro per la tua pelle, avere dieci batuffoli di cotone e dieci pezzi quadrati a portata di mano (non troppo grande, quanto basta per avvolgere ogni unghia) foglio di alluminio. Immergere i primi con acetone e adagiarli su ciascuna delle dita, quindi coprirli con la carta stagnola. Ora rilassati: lasciare agire il prodotto per circa 15 minuti. E non ti muovere!

5. Rimuovere lo smalto

Quando vedi che lo smalto ha iniziato a staccarsi o ha un aspetto rotto, rimuovi i resti con un batuffolo di cotone imbevuto di acetone. Strofina delicatamente dalle cuticole alla punta dell’unghia.

6. Idrata

Una volta eliminate tutte le tracce di acetone, rassoda le unghie idratandole bene. Per fare questo, ti consigliamo di utilizzare una crema speciale per questa zona o anche la stessa vaselina per almeno una settimana. E se ne hai uno a casa, applica uno smalto con vitamine o che aiuti a rafforzare le unghie.

Se hai appena rimosso lo smalto da manicure e stai già pensando alla prossima nail art che farai o al colore che dipingerai le tue unghie, non perderti tutte le nostre proposte! Anche se se vuoi fare la tua manicure, la prima cosa di cui hai bisogno è un buon smalto antiurto!

Articolo correlato

Skittles manicure: la deliziosa nail trend che continua a trionfare su Instagram