Come rimuovere il tartaro dai denti

183

Il trattamento per rimuovere il tartaro dai denti viene generalmente effettuato nello studio dentistico, che può effettuare una pulizia profonda con raschiatura, ultrasuoni e laser per rimuovere il film che si forma sui denti e sulle gengive, favorendo anche lo sbiancamento dei denti. .

Inoltre, alcune opzioni fatte in casa come collutorio, olio di cocco e bicarbonato di sodio, possono anche aiutare a combattere i batteri, prevenendo la formazione della placca dentale e, in questo modo, riducendo la formazione di tartaro.

Il tartaro, noto anche come tartaro o tartaro, è causato dall’accumulo di cibo e batteri in bocca, formando una placca che, se non rimossa con lo spazzolino e il filo interdentale, si indurisce e assume un colore giallastro. zona vicino alla gengiva, che può favorire la comparsa di macchie sui denti, carie, gengiviti e alitosi.

Trattamenti per rimuovere il tartaro dai denti

I trattamenti indicati per rimuovere il tartaro dai denti devono essere eseguiti nello studio del dentista e includono:

1. Pulizia raschiante

Lo strumento principale utilizzato per l’ablazione è un dispositivo ad ultrasuoni chiamato ablatore, un dispositivo che produce piccole vibrazioni ad alta velocità, aiutando a rimuovere la placca dentale e il tartaro dai denti.

Allo stesso modo, la pulizia dentale può essere eseguita anche con strumenti più semplici chiamati scale scan e curette, con i quali il dentista raschia manualmente i denti per rimuovere placca e tartaro.

2. Laser

Il laser è un dispositivo che aiuta a centralizzare il trattamento solo nella zona del dente e della gengiva interessata, rimuovendo il tartaro e lasciando i denti più puliti, senza provocare danni al tessuto dentale e lasciando gengive sane.

3. Sistema vettoriale

Il sistema Vector è simile al dispositivo ad ultrasuoni e agisce rimuovendo la placca dentale e il tartaro, lasciando i denti più puliti e sani. Inoltre, questa attrezzatura provoca meno disagio e dolore durante la pulizia dei denti.

Opzioni fatte in casa per ridurre la formazione di tartaro

Alcune opzioni fatte in casa come il bicarbonato di sodio e l’olio di cocco possono aiutare a combattere i batteri, rallentando la formazione della placca e riducendo la formazione di tartaro sui denti.

1. Mantenere una buona igiene orale

Mantenere una buona igiene orale lavandosi bene i denti, circa 30 minuti dopo tutti i pasti, e l’uso di filo interdentale e collutorio, è il modo migliore per eliminare i batteri dalla bocca, evitando la placca dentale e diminuendo la formazione di tartaro sui denti .

Allo stesso modo, si consiglia di andare dal dentista ogni 6 mesi per una revisione e una pulizia profonda e, in questo modo, mantenere una buona salute orale.

Scopri come lavarti i denti correttamente.

2. Pulizia con bicarbonato di sodio

La pulizia con il bicarbonato aiuta a bilanciare il pH della bocca dopo i pasti, prevenendo la formazione della placca dentale e, quindi, del tartaro.

Tuttavia, l’uso continuato del bicarbonato di sodio può aumentare la porosità dei denti, rendendoli più sensibili. Per questo motivo l’ideale è utilizzare questa tecnica solo sotto la guida del dentista e per un massimo di 1 volta a settimana.

Ingredienti:

  • 1 cucchiaino di bicarbonato di sodio;
  • Dentifricio.

Come usare:

Mettere il dentifricio sullo spazzolino, cospargere con il bicarbonato di sodio e poi lavarsi i denti per 2 minuti. Alla fine sciacquare la bocca con acqua.

3. Risciacquare con olio di cocco

Un altro modo per combattere naturalmente i batteri in bocca, prevenendo la formazione della placca, è usare l’olio di cocco come collutorio. L’olio di cocco contiene proprietà battericide, che riducono la formazione di tartaro.

Allo stesso modo, l’olio di cocco aiuta anche a formare un film sui denti, prevenendo l’adesione dei batteri e prevenendo la formazione della placca dentale e, quindi, del tartaro.

Ingredienti:

  • 1 cucchiaio di olio di cocco.

Come usare:

Metti il ​​cucchiaio di olio di cocco in bocca e agita per 5-10 minuti, 1 o 2 volte al giorno. Per finire, sputa l’olio e sciacqua la bocca con acqua.

All’inizio può essere difficile sciacquare con olio di cocco per diversi minuti alla volta, quindi si consiglia di iniziare con pochi minuti e aumentare gradualmente il tempo.

Consulta alcuni suggerimenti per evitare macchie sui denti e mantenerli puliti e sani: